Post

Visualizzazione dei post da 2013

LA DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO

Immagine
La Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo rappresenta la pietra miliare dell'attività delle Nazioni Unite a tutela dei diritti umani e delle libertà fondamentali. Èstata adottata dall'assemblea generale il 10 dicembre 1948 con l'approvazione di tutti gli stati membri e la sola astenzione degli allora Stati comunisti, per l'inserimento tra i diritti umani del diritto alla proprietà e alla mancanza di riferimento al principio dell'autodeterminazione dei popoli.
Sebbene non sia un testo giuridicamente vincolante, la Dichiarazione rappresenta un documento di alto valore politico e morale che riunisce paesi di cultura, tradizioni, storia e religioni diverse attorno a valori e principi considerati come l'espressione di uno standard minimo di tutela dei diritti umani: per la prima volta nella storia dell'umanità, infatti si sostiene un documento scritto che tutte le persone, senza distinzioni di nessuna sorta e per il fatto stesso di esistere, sono tit…

BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI BES

Immagine
Il Bisogno Educativo Speciale è qualsiasi difficoltà evolutiva, in ambito educativo e/o istruzionale, causata da un funzionamento, nei vari ambiti definiti dall’antropologia icf [International Classification of Functioning Disability and Health], problematico per il soggetto in termini di danno, ostacolo al suo benessere, limitazione della sua libertà e stigma sociale, indipendente dall’eziologia (bio-strutturale, familiare, ambientale, culturale ecc.) e che necessita di educazione speciale individualizzata.
I bes riguardano quindi gli alunni che, in una certa fase della loro crescita (nel periodo di vita fino a diciotto anni), accanto a bisogni educativi normali, e cioè quelli di sviluppo delle competenze, di appartenenza sociale, di identità e autonomia, di valorizzazione e di autostima, di accettazione, hanno anche bisogni speciali, più  complessi e difficoltosi, talvolta patologici, generati da condizioni fisiche o da fattori personali o ambientali, che creano difficoltà di funzionamento…

MARIA MONTESSORI:L'EDUCAZIONE DEI BAMBINI PICCOLI INTESA COME AIUTO ALLO SVILUPPO DEI POTERI PSICHICI INNATI NELL'INDIVIDUO UMANO.

Immagine
Nobili idee e alti sentimenti sono sempre esistiti e sono stati sempre trasmessi con l'insegnamento, ma le guerre non sono mai cessate. E se l'educazione dovesse venir sempre concepita secondo gli antichi schemi di trasmissione del sapere non vi sarebbe più nulla da sperare per l'avvenire del mondo. Che conta la trasmissione del sapere se la formazione generale stessa dell'uomo è trascurata? Esiste, ignorata, un'entità psichica, una personalitùà sociale, immensa per moltitudine di individui, una potenza del mondo che deve essere presa in considerazione; se aiuto e salvezza possono venire, ci verranno soltanto dal bambino; perché il bambino è il costruttore dell'uomo.
Il bambino è dotato di poteri sconosciuti, che possono guidare ad un avvenire luminoso. Se veramente si vuole mirare ad una ricostruzione, lo sviluppo delle potenzialità umane deve essere lo scopo dell'educazione.
Nei tempi moderni la vita psichica del neonato ha suscitato grande interesse, e al…

MANCA UNA LEGGE CHE PROTEGGA LA PRIVACY DEI BLOGGER

Immagine
Manca una legge che tuteli i dati personali di coloro che acquistano un dominio, c’è un vuoto legislativo, bisogna creare un gruppo che si batta per i diritti dei blogger. Ci state? Intanto creo una pagina facebook  a questo scopo aspetto il vostro contributo!!! 
https://www.facebook.com/privacyperiblogger



Trutzy (Sostegno)

Ho creato un nuovo blog www.trutzy.org   in cui pubblicherò il materiale che ho prodotto durante la mia attività di insegnante di Sostegno della scuola media superiore.

FREUD: IL SOGNO E LA SUA MANIFESTAZIONE

Immagine
Il SOGNO E LA SUA MANIFESTAZIONE
Per contrapporre il sogno come viene trattenuto nella mia memoria all'importante materiale scoperto analizzandolo, chiamerò il primo «contenuto manifesto del sogno»ed il secondo (senza per ora fare ulteriori distinzioni) «contenuto latente del sogno». Devo per ora affrontare due nuovi problemi, che non sono ancora stati formulati. 1.Qual è il processo psichico che ha trasformato il contenuto latente del sogno nel contenuto manifesto che mi viene reso noto dal ricordo? 2. Qual è il motivo o i motivi che hanno reso necessaria questa trasformazione? Chiamerò «lavoro onirico»il processo che trasforma il contenuto latente dei sogni in contenuto manifesto. Complementare a questa è l'attività che produce una trasformazione inversa e che ci è già nota come lavoro di analisi. Gli altri problemi concernenti i sogni, cioè quanto riguarda gli istigatori dei sogni, l'origine del loro materiale, il loro possibile significato, la possibile funzione del sog…

CHE COS'E' L'ATTRIBUZIONE?

Immagine
Immaginate di attendere un amico che ritarda a un appuntamento. Dopo un po' comincerete a chiedervi il motivo del ritardo. Penserete che è mancato intenzionalmente all'appuntamento, oppure che è stato trattenuto da qualche impedimento indipendente dalla sua volontà. Nel primo caso, poi, cioè se ritenete che l'amico non si sia presentato intenzionalmente, farete ulteriori considerazioni: potrete addossarvi la responsabilità dell'accaduto (ad esempio cogliendo nel suo gesto la reazione a un vostro precedente comportamento discutibile), oppure imputare intenzionalmente a lui la sua scelta. In quest'ultimo caso, potreste attribuire il ritardo ad una sua decisione estemporanea («Si è cmportato in modo inconsueto per lui») oppure a un tratto stabile di personalità («Èil suo carattere, c'era da aspettarselo»). Gli psicologi definiscono attribuzione questo processo tramite il quale il soggetto interpreta le proprie esperienze individuando una o più cause in grado di ren…

PROFILO DINAMICO FUNZIONALE

Immagine

HOWARD GARDENER DA WIKIPEDIA

Immagine
Howard GardnerDa Wikipedia, l'enciclopedia libera. Howard Gardner (Scranton, 11 luglio1943) è uno psicologo e docentestatunitense  di origine ebraica.
Indice 1Biografia1.1Teorie delle intelligenze multiple2Opere3OnorificenzeBiografiaProfessore presso la Harvard University nel Massachusetts, ha acquisito celebrità nella comunità scientifica grazie alla sua teoria sulle intelligenze multiple. La sua proposta consiste nel considerare priva di fondamento la vecchia concezione di intelligenza come un fattore unitario misurabile tramite il Quoziente d'intelligenza (Q.I.), e sostituirla con una definizione più dinamica, articolata in sottofattori differenziati. È attualmente considerato uno dei più importanti esponenti dei cosiddetti teorici dell'intelligenza fattorialista, o S, contrapposti ai globalisti, o G.
È noto anche per aver scritto alcuni importanti testi di psicologia dell'educazione e per aver elaborato la più importante storia classica della nascita della scienz…

METODOLOGIA DELLA RICERCA SOCIALE

Immagine
METODOLOGIA DELLA RICERCA SOCIALE La ricerca sociale è quella parte della sociologia che si occupa propriamente di applicare i termini desunti dalla riflessione teorica alla pratica dell'analisi empirica degli eventi e dei fenomeni che costituiscono a diverso titolo la società. In quanto settore di validazione empirica dei concetti teorici, la ricerca sociale ha bisogno di strumenti attraverso cui rendere possibile tale traduzione dal piano astratto della riflessione a quello empirico dell'analisi. Il compito di individuare gli strumenti più adatti allo scopo appartiene ad un'ulteriore branca della sociologia: la metodologia. Èproprio la metodologia della ricerca sociale, infatti, quel settore disciplinare che studia e definisce gli strumenti e le tecniche con cui la riflessione teorica trova riscontro nell'osservazione pratica. Naturalmente il compito della metodologia non si limita alla semplice elaborazione di strumenti ad uso della riflessione e dell'osservazio…

IL DOCENTE DI SOSTEGNO

Immagine
Il profilo del docente di sostegno


Il docente specializzato per il sostegno è assegnato alla classe in cui è iscritto almeno un alunno con disabiltà. Assume la contitolarità della sezione e della classe in cui opera, partecipa alla programmazione educativa e didattica e alla elaborazione e verifica delle attività di competenza dei consigli di interclasse, dei consigli di classe e dei collegi dei docenti ai sensi dell'art. 13, comma 6, della legge n. 194/1992. Il docente specializzato si occupa delle attività educativo-didattiche di sostegno alla classe, al fine di favorire e promuovere il processo di integrazione degli alunni con disabilità. Offre la sua professionalità e competenza per apportare al team docente e alla classe un significativo contributo a supporto della collegiale azione educativo-didattica, secondo principi di corresponsabilità e di collegialità. Il docente specializzato per il sostegno deve perciò possedere: competenze teoriche e pratiche nel campo della pedagogia…